Salute & Prevenzione

La prevenzione per la tutela della nostra salute.
 Esistono la prevenzione primaria che consiste nel mettere in atto una serie di semplici accorgimenti che riducono i fattori di rischio e possono evitare la comparsa di una malattia. Si tratta di quelle importanti piccole azioni quotidiane che ognuno può compiere adottando stili di vita salutari (in particolare evitare il fumo, fare attività fisica, seguire un'alimentazione corretta, non abusare con il consumo di alcol) ed la  prevenzione secondaria  con una diagnosi precoce della malattia  grazie agli screening.

1. Prevenzione primaria

Stili di vita salutari

 Seguire una corretta alimentazione

Un'alimentazione sana e bilanciata prevede varietà dei cibi e presenza di tutte le sostanze nutritive necessarie all'organismo per mantenersi in buona salute (proteine, sali minerali e vitamine, carboidrati, grassi)...

dieci consigli degli esperti:

1 A tavola varia le tue scelte per garantire un apporto adeguato di energia e nutrienti
2 Fai sempre la prima colazione ed evita di saltare i pasti
3 Mangia almeno 2 porzioni di frutta e 2 di verdura ogni giorno preferendo quelle di stagione, ciascuna di un colore diverso: bianco, rosso, giallo/arancio, blu/viola e verde
4 Consuma ogni giorno i cereali (pane, pasta, riso, ecc.)
5 Mangia il pesce (fresco o surgelato) almeno 2 volte alla settimana
6 Consuma i legumi perché forniscono proteine di buona qualità e fibre
7 Limita il consumo di grassi, soprattutto quelli di origine animale, privilegiando l'olio extravergine di oliva
8 Usa poco sale e, comunque, preferisci quello iodato
9 Limita il consumo di dolci ed evita bevande zuccherate
10 Bevi ogni giorno acqua in abbondanza.

 Praticare un'attività fisica

Un buon livello di attività fisica riduce i fattori di rischio di numerose malattie perché aiuta ad equilibrare i valori della pressione arteriosa e del colesterolo..

Bambini e adolescenti

L'attività motoria migliora le capacità di apprendimento e l'adattabilità del ragazzo agli impegni quotidiani, favorisce un buon controllo emotivo, una migliore autostima e aumenta la capacità di socializzazione.

Una regolare attività fisica:

  • sviluppa il tessuto osseo e le articolazioni
  • costruisce delle buone masse muscolari
  • mantiene un peso appropriato.

Adulti

Anche per i sedentari è possibile trarre vantaggio da soli 30 minuti di movimento quotidiano.
Puoi fare attività in molti modi:

  • camminare ogni volta che è possibile
  • utilizzare le scale al posto dell'ascensore
  • ballare, andare in bicicletta
  • fare giardinaggio, portare a spasso il cane, ecc.

E' comunque auspicabile praticare attività sportiva almeno due volte a settimana. Scegli lo sport che preferisci, l'importante è fare movimento regolarmente. L'esercizio fisico aiuta a mantenere in buona salute il tessuto muscolare, osseo e articolare.

Anziani

L'attività fisica nell'anziano è utile non solo in un processo di riabilitazione, ma anche per assicurare "un buon invecchiamento". Prima di intraprendere un'attività fisica impegnativa, è bene parlarne con il proprio medico. Bastano 30 minuti di cammino, di nuoto, di cyclette al giorno per godere dei benefici effetti del movimento. L'importante è iniziare gradualmente, anche con soli 5-10 minuti.
Il movimento:

  • ritarda l'invecchiamento muscolo-scheletrico e cardio-vascolare
  • contribuisce a prevenire la depressione e la riduzione delle facoltà mentali
  • aiuta a ridurre il rischio di cadute accidentali migliorando l'equilibrio e la coordinazione.

Non abusare con il consumo di alcol

L'alcol è uno dei principali fattori di rischio per la salute e il benessere degli individui. E' una sostanza tossica, potenzialmente cancerogena, che può indurre dipendenza e provocare seri danni alle cellule di molti organi tra cui fegato e sistema nervoso centrale...

dieci consigli degli esperti

1 Stai attento! E' molto facile oltrepassare, senza accorgersene, il confine tra sobrietà ed ebbrezza
2 Non esiste una quantità di alcol raccomandabile
3 Non sottovalutare i campanelli d'allarme dell'alcol dipendenza come provare il desiderio di bere già appena sveglio
4 A parità di quantità, è meglio privilegiare bevande a bassa gradazione alcolica (vino o birra) ed evitare i superalcolici
5 Non bere a digiuno e lontano dai pasti principali
6 Non metterti mai alla guida se hai bevuto
7 Evita di mescolare tra loro diversi tipi di bevande alcoliche
8 Fai attenzione all'interazione tra farmaci ed alcol (consulta sempre il tuo medico di fiducia)
9 Niente alcol in gravidanza, allattamento, infanzia e sotto i 16 anni o in caso di patologie e sovrappeso
10 Le bevande alcoliche contribuiscono a farci ingrassare.
Soprattutto in gravidanza ed in allattamento  è bene non bere alcol poiché:

  • Attraversa la placenta ed arriva al feto
  • Arriva al bambino attraverso il latte materno

Smettere di fumare

Il fumo di tabacco è la prima causa di morte facilmente evitabile.
Provoca più decessi di alcol, aids, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme.
Quasi 5 milioni di persone nel mondo e circa 80.000 in Italia muoiono ogni anno a causa di malattie fumo-correlate.
Il fumo di tabacco incide sulla durata della vita media oltre che sulla qualità della stessa: 20 sigarette al giorno riducono di circa 4-6 anni la vita media di una persona che inizia a fumare a 25 anni.
Per ogni settimana di fumo si perde un giorno di vita.
Si stima che su 1.000 maschi adulti che fumano 250 saranno uccisi dal tabacco per patologie ad esso correlate. Il fumo è una causa nota o probabile di almeno 25 malattie, tra le quali cancro, malattie cardiovascolari e respiratorie. Inoltre, ha un effetto negativo sul sistema riproduttivo dell'uomo e della donna, incidendo sulla sessualità e riducendo la fertilità.
La gravità dei danni fisici dovuti all'esposizione, anche passiva, al fumo di tabacco, è direttamente influenzata dall'età di inizio, dal numero di sigarette giornaliere, dal numero di anni di fumo e dall'inalazione più o meno profonda.
Dentro una sigaretta
bruciano:
più di 4.000 sostanze chimiche, oltre al tabacco.
Tra le più pericolose c'è il catrame che contiene sostanze cancerogene che si depositano nel polmone e nelle vie respiratorie; l'ammoniaca, l'acetone, la formaldeide e tante altre sostanze irritanti, tossiche e cancerogene, che favoriscono infezioni, bronchite cronica ed enfisema.
La nicotina, inoltre, è una sostanza che influenza il sistema cardiovascolare e nervoso e induce dipendenza.

I benefici della salute se smetto di fumare

ENTRO 20 MINUTI

  • si normalizza la pressione arteriosa
  • si normalizza il battito cardiaco
  • torna normale la temperatura di mani e piedi

ENTRO 8 ORE

  • scende il livello di anidride carbonica nel sangue
  • si normalizza il livello di ossigeno nel sangue

ENTRO 24 ORE

  • diminuisce il rischio di attacco cardiaco

ENTRO 48 ORE

  • iniziano a ricrescere le terminazioni nervose
  • migliorano i sensi dell'olfatto e del gusto

ENTRO 72 ORE

  • si rilassano i bronchi, migliora il respiro
  • aumenta la capacità polmonare

DA 2 SETTIMANE A 3 MESI

  • migliora la circolazione
  • camminare diventa sempre meno faticoso

DA 3 A 9 MESI

  • diminuiscono affaticamento, respiro corto e altri sintomi come la tosse
  • aumenta il livello generale di energia

ENTRO 5 ANNI

  • la mortalità da tumore polmonare per il fumatore medio (un pacchetto di sigarette al giorno) scende da 137 a 72 ogni centomila persone

ENTRO 10 ANNI

  • le cellule precancerose vengono rimpiazzate
  • diminuisce il rischio di altri tumori: alla bocca, alla laringe, all'esofago, alla vescica, ai reni e al pancreas

DOPO 10 ANNI

  • la mortalità da tumore polmonare scende a 12 per centomila che è la normalità; praticamente il rischio di decesso per tumore polmonare è paragonabile a quello di una persona che non ha mai fumato.
  •  
  • Il fumo durante la gravidanza determina un maggiore rischio di aborto, parto prematuro, basso peso alla nascita del bambino e morte improvvisa del lattante, oltre che della possibilità che il bambino abbia l’asma e possa ammalarsi di tumore durante l’infanzia.
    Ciò avviene perché la nicotina e il monossido di carbonio assorbiti dalla madre provocano una riduzione dell’irrorazione dell’utero e della placenta che comporta una diminuzione dell’apporto di ossigeno nella circolazione della donna e del bambino.
  •  
  • Non è stato, invece, riscontrato alcun rischio di difetti cardiaci dovuto a esposizione delle donne a fumo passivo durante la gravidanza.

Smettere di fumare conviene

  • Guadagni in media 20 anni di vita in buona salute
  • Rischi meno di ammalarti
  • Migliori le prestazioni fisiche e sportive: niente più affanno per salire le scale o per giocare a calcetto
  • Hai più soldi a disposizione: un pacchetto al giorno per un anno equivale a circa 1.500 euro che vuol dire pizza e cinema ogni settimana + una playstation + un paio di scarpe oppure un bel vestito + cena per due una volta al mese + cinema ogni settimana
  • Migliori la tua sessualità
  • Hai vestiti e alito più profumati, una pelle migliore.

Informazioni aggiuntive